Quali sono le differenze tra le batterie AGM e quelle al Gel?

Le batterie AGM e quelle al Gel sono indubbiamente entrambe tipologie di batterie con eccellenti performance.

Quali batterie sono le più adatte, alle vari contesti di utilizzo?

Spesso si crea confusione sull’utilizzo dei due termini e si tende a chiamare tutte le batterie ermetiche “al gel”.

In realtà, ci sono importanti differenze e differenti tecnologie di costruzione, per queste batterie dalle elevate prestazioni..
Ribadiamo la qualità di entrambe queste tipologie di batterie, rispetto a quelle standard è molto elevata.

Per quanto riguarda l’utilizzo per la vostra “sete di avventura” è più adatta la tecnologia AGM in quanto idonea e meno delicata nel sopportare numerosi cicli di scarica profonda.
 Questi accumulatori, infatti, sono realizzati al loro interno con piastre di tipo piombo calcio nelle quali è avvolto un materiale assorbente imbevuto di acido.
Tale tecnologia permette all’elettrolito di evaporare durante la fase di carica e scarica (ossia quando la temperatura all’interno aumenta). In seguito, al riabbassarsi della temperatura le bollicine prodotte con l’evaporazione si rimescolano con l’acido. La batteria mantiene un rendimento efficiente.

Gli accumulatori al gel, invece, sono composti internamente da acido gelatinizzato e da piastre al piombo calcio, più delicate perché facilmente danneggiabili nel tempo se caricate e scaricate più volte.
A causa della differenza di temperatura che viene a generarsi al loro interno il gel nel tempo tende a solidificarsi;  per questa ragione esse sono ritenute più adatte ad un uso tampone (es. gruppi di continuità o altri utilizzatori che raramente richiedono energia), nonostante le alte prestazioni che sono in grado di offrire.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>